Sabato 21 maggio – Ancona – document fight !

df

 

https://www.facebook.com/Document-Fight-1083973801668072/?fref=ts

df2

AMBASCIATA DEI DIRITTI MARCHE

21 maggio alle ore 16:37 ·

@ancona ‪#‎overthefortress‬ ‪#‎meltingpot‬ in 300 alla manifestazione dei richiedenti asilo. L’operato della Commissione Territoriale 2015, diffusi dal Ministero dell’Interno, parlano di un 73% di esiti negativi, dato fra i più alti insieme a quello relativo alle Commissioni di Cagliari, Firenze e Caserta.
La Commissione di Ancona detiene anche il primato della più alta variazione percentuale del numero di dinieghi fra il 2014 e il 2015, di oltre il 30 %.

Analizzando anche l’esiguo numero degli esiti positivi, i dati si confermano tra i più bassi d’Italia: il 4,6 % di riconosciuti con status di rifugiato, il 4,9 % con protezione sussidiaria, il 17,45 % con protezione umanitaria.

Dati ben al di sotto della media nazionale che descrivono chiaramente la posizione di totale chiusura assunta dalla Commissione, nuovo avamposto del razzismo istituzionale nel nostro territorio.

All’operato della Commissione Territoriale si va a sommare l’orientamento del Tribunale di Ancona, per certi versi ancor più detestabile, che attua una forma di vero e proprio “respingimento di massa” dei ricorsi avversi ai provvedimenti della Commissione presentati dai richiedenti asilo.

Una tale situazione di indiscriminata violazione di diritti umani fondamentali, come quello al rifugio e alla protezione internazionale, non è più tollerabile.
Per questa ragione siamo oggi in piazza, fianco a fianco con i richiedenti asilo che manifestano per il riconoscimento dei loro dirittii e si va a sommare l’orientamento del Tribunale di Ancona, per certi versi ancor più detestabile, che attua una forma di vero e proprio “respingimento di massa” dei ricorsi avversi ai provvedimenti della Commissione presentati dai richiedenti asilo.

Una tale situazione di indiscriminata violazione di diritti umani fondamentali, come quello al rifugio e alla protezione internazionale, non è più tollerabile.
Per questa ragione siamo oggi in piazza, fianco a fianco con i richiedenti asilo che manifestano per il riconoscimento dei loro diritti

______________________________________________________________________________________________________________

Comunicato stampa:
ANCONA, IN PIAZZA PER I DIRITTI.

Spesso il potere sceglie l’arma dei tecnicismi per colpire i più deboli.
Spesso il potere decide che o così o niente.
Il potere è arrogante perché si arroga il diritto di decidere della vita delle persone, di dove e come queste debbano vivere.
Ma il potere contempla solo se stesso e questa è la sua più grande fragilità.
Per esso è impossibile andare oltre le sue decisioni.
E se l’impossibile diventasse possibile?
E se le persone si affacciassero al balcone dei potenti con la forza della loro verità, con la potenza della realtà delle vite, del sudore e delle lacrime che scorrono sui loro corpi?
E se le carte si ponessero, anche solo per una volta, al servizio delle persone e non il contrario, come sempre accade?
E se fosse possibile l’impossibile?
Oggi centinaia di richiedenti asilo hanno percorso le strade di Ancona, dal Piano al Centro, passando per gli Archi sotto gli occhi di una cittadinanza stupita e curiosa.
Spegnendo la televisione ed aprendo le finestre si passa dalla retorica fascista dell’invasione e della guerra tra poveri , alla realtà viva di un popolo colorato e festoso che si ribella e rivendica il diritto di essere ammesso in Europa non solo come richiedente asilo ma come essere umano capace di decidere sulla propria vita.
Una lezione di democrazia, insomma, che ha l’obbiettivo di portare fuori dalle stanze in cui si riunisce la commissione territoriale , non solo le storie dei richiedenti asilo ma anche la gestione di queste affinché venga affrontato sul piano pubblico il tema della pregiudiziale discriminatoria con cui vengono respinte più del 70% delle richieste.
Arrivati davanti alla Prefettura di Ancona il corteo ha ottenuto un confronto tra una delegazione e i vertici della Prefettura che valida le richieste di asilo politico ottenendo un secondo incontro nei prossimi giorni direttamente con la Presidente della commissione.

Lunedì 23 Maggio alle ore 19 presso lo Spazio Comune Heval in Via Macerata 22, ad Ancona(zona Piano), si terrà la riunione del movimento Document Fight per discutere e organizzare le prossime iniziative.

Spazio Comune Heval

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...